MANDACI UNA MAIL info@avisbrescia.it
CHIAMACI 030 210 6944
Contattaci

LA LETTERA DI MICHELE

Sabato 21 maggio si è svolto presso l’ITIS Castelli di Brescia un’evento emozionante : ” HO IMPARATO CHE … LA SOLITA VITA  NON E’ POI COSI’ MALE”. -Interventi e riflessioni di ragazzi che hanno vissuto o stanno affrontando un esperienza ospedaliera importante.-

Durante l’incontro, patrocinato anche dalla nostra associazione, ragazzi e familiari colpiti da malattie importanti come le leucemie e altri tipi di tumore hanno raccontato la loro esperienza della malattia,i loro sogni,le loro paure.

Lascio a testimonianza questa lettera che abbiamo avuto grazie a Denis Ruggeri (insegnante e volontario A.I.L.) per trasmettere l’importanza della donazione del sangue e dei donatori. La diffusione della stessa  è  stata permessa  dai genitori di Michele : l’aveva scritta per sensibilizzare i suoi coetanei.

” Non ho mai smesso di sorridere,ho cercato in ogni giorno nero una lucina per cui salvare la mia giornata.Anche nei momenti peggiori ho guardato una bella GNARA,per ricordare a me stesso che basta poco per vivere.

Ogni giorno svegliati e pensa che non devi attaccarti a una sacca di sangue o di piastrine per vivere e che puoi mangiare una fetta di salame o di profitterol, perchè hai i globuli bianchi. Tutti i ragazzi  che ho conosciuto, i bambini meravigliosi che ho visto,tutti noi abbiamo in comune la voglia di farcela e la serenità per le piccole cose. Anch’io come tanti non sapevo cosa significava DOTTORE, ero una roccia di salute e poi una mattina tutto è cambiato: sono entrato in Coma e non ho più potuto fare la vita di un 16enne.

Per tutti noi quindi vivi i tuoi amici e la tua famiglia nel migliore dei modi. Non buttare un momento…noi non sappiamo mai quanti ne avremo di momenti.

Poi a 18 anni se ti va,dona il tuo midollo, per te è poca cosa, per noi è la possibilità di avere un midollo nuovo e non sai quanti bambini aspettano anni per un po’ di MIDOLLO. E se sei carina meglio ancora, perchè appena stò meglio voglio il tuo numero.

E se te la senti dona il tuo sangue e le tue piastrine: solo io ne ho usate 280 sacche!!!”

Michele Codenotti